Sedie anni '50

le caratteristiche delle sedie anni '50

Lo stile di arredamento anni '50 pretende che i mobili e con essi le sedute assumano delle forme semplici e sinuose e sopratutto diventino sempre pi¨ funzionali. Proprio sulla base di questi precetti in questi favolosi anni '50 vengono realizzati dei modelli di sedie davvero intramontabili che ancora oggi vengono considerati come degli oggetti di culto per l'arredamento delle nostre abitazioni e che spesso vengono anche copiati per realizzare nuove versioni in stili un po' pi¨ moderni.

Trovano una larga diffusione in questi anni le classiche sedie a poltroncina realizzate con struttura in legno solitamente di colore chiaro e con una seduta imbottita in pelle, cotone, velluto. La seduta Ŕ imbottita con tessuti in tinta unita meglio se in tonalitÓ neutre oppure scure ma sono disponibili anche molti modelli con tessuti in fantasia.

sedia nanni '50 imbottita

Immagine presa da http://www.donnamoderna.com

Agli inizia degli anni '50 e precisamente nel 1952 il designer Gio Ponti realizza per Cassina una sedia caratterizzata da linee semplici e soprattutto da una struttura molto leggera. Si tratta della sedia Leggera soppiantata nel giro di pochi anni dalla sedia Superleggera sempre realizzata da Gio Ponti. SarÓ proprio la sedia Superleggera che entrerÓ nel cuore di tutti trasformandosi in una seduta di grande culto che ancora oggi viene proposta in sempre nuove versioni molto simili alla versione originale. La versione originale era caratterizzata da un struttura in frassino naturale oppure laccato bianco o nero e possedeva una seduta di canne d'India. La sua estrema leggerezza, solo 1,7 chilogrammi, permetteva di sollevarla con un solo dito anche dai bambini.

In questi anni si diffondono molto anche le sedie realizzate in vetroresina o in fibra di vetro. Un esempio rimasto nella storia del design Ŕ quello delle sedie disegnate nel 1951 da  Charles e Ray Eames. Queste sedie sono caratterizzate da una struttura a guscio fissata ad un supporto girevole. La sedia possiede l'altezza regolabile ed Ŕ dotata di piedini in gomma che evitano di rovinare il pavimento con il movimento della sedia. La sua forma ergonomica offre una grande comoditÓ.  

sedia superleggera anni '50

Immagine presa da http://www.donnamoderna.com

Verso la fine degli anni '50 diventa protagonista la Panton Chair del designer Verner Panton. Si tratta di una sedia basculante interamente realizzata in materiale plastico che ha come caratteristica specifica il fatto di essere realizzata con l'utilizzo di un unico stampo. Questa sedia per˛ pur essendo realizzata negli anni '50 troverÓ una larga diffusione solo negli anni '60 sino a diventare una vera e propria icona del design del nuovo decennio.